Vai al contenuto

Cassetta pronto soccorso. Cosa deve contenere e chi la deve avere.

https://www.libertycommerce.it/blog/2018/02/cassetta-pronto-soccorso-cosa-deve-contenere-la-deve/

La cassetta di pronto soccorso è uno strumento essenziale che assume un'importanza fondamentale: vediamo ora quali sono gli aspetti necessari da conoscere che riguarda appunto questo genere di oggetto.Cassetta pronto soccorso

A cosa serve la cassetta di pronto soccorso

La cassetta di pronto soccorso è uno strumento nel quale devono essere presenti una vasta serie di oggetti necessaria ad effettuare un intervento tempestivo nel momento in cui un dipendente, ma anche il titolare di un'impresa, subiscono un infortunio sul luogo di lavoro.
Con questo termine si fa riferimento ad una serie di casi che comportano un danno, lieve o medio, che potrebbe essere riportato dal componente di un'impresa.
Bruciature, tagli, escoriazioni e lesioni di ogni genere, a patto che queste non siano talmente gravi da richiedere l'intervento di operatori sanitari esperti il cui compito è prevenire conseguenze gravi o letali per quel dipendente, devono essere curate sfruttando la cassetta di pronto soccorso.
Questo strumento è quindi indispensabile e deve essere presente nelle imprese.

Chi deve avere la cassetta di pronto soccorso
Questa cassetta deve essere presente, secondo quanto viene stabilito dal Decreto 388 del Ministero della Salute del luglio 2003, in ogni singola impresa.
Non ha importanza il settore nel quale la suddetta azienda opera: questa deve essere necessariamente presente poiché anche una caduta accidentale in un'azienda dove non vengono adoperati macchinari pericolosi potrebbe essere sinonimo di una lesione media che si viene a palesare nel momento in cui un dipendente subisce un infortunio sul lavoro.
Le diverse cassette di pronto soccorso, che dovrebbero essere presenti nella quantità di almeno un'unità in ogni reparto dell'impresa, devono rispettare degli standard particolari, ovvero quelli previsti dal DIN 13164 e il 13167, che spiegano cosa deve essere presente all'interno di queste cassette in modo tale che l'intervento che verrà svolto possa essere definito come tempestivo ed in grado di prevenire ogni genere di situazione negativa che potrebbe essere tutt'altro che piacevole da affrontare.

Cosa deve contenere la cassetta di pronto soccorso
La cassetta di pronto soccorso deve necessariamente contenere una serie di oggetti fondamentali che permettono di apportare delle prime cure mediche atte ad alleviare il dolore provato dal paziente e attendere, senza gravi complicazioni, l'arrivo dei soccorsi nel momento in cui la situazione tende ad essere maggiormente complicata del previsto.
Nella cassetta di pronto soccorso standard devono essere presenti garze, bende e cerotti di dimensioni differenti tra di loro in modo tale che sia possibile apportare una prima cura tempestiva a quel genere di infortunio.
La coperta isotermica, in caso di shock e abbassamento della temperatura corporea del dipendente che ha subito una lesione, lacci emostatici e tamponibenda per le emorragie, ghiaccio secco per le bruciature e forbici per tagliare i bendaggi risultano essere gli strumenti che devono essere anch'essi presenti per intervenire in modo rapido.
Inoltre la busta per buttare i rifiuti sanitari, ovvero gli strumenti che vengono adoperati per svolgere l'intervento, guanti sterilizzati e maschere per il volto di chi deve intervenire compongono gli strumenti necessari, affiancati da diverse soluzioni fisiologiche, che devono essere presenti nella cassetta di pronto soccorso aziendale.

Chi deve utilizzare questa cassetta
La cassetta di pronto soccorso deve essere utilizzata da tutti coloro che vengono identificati, dal titolare dell'impresa, come addetti che devono prestare il primo soccorso all'interno della stessa impresa.
Questa figura, che deve essere selezionata e resa pubblica a tutti i componenti dell'azienda, deve seguire particolari corsi, completamente gratuiti per il dipendente stesso, durante i quali vengono spiegati gli utilizzi che devono essere svolti da parte della stessa persona che deve intervenire qualora un suo collega dovesse subire un infortunio durante l'orario lavorativo mentre svolge una particolare mansione richiesta da parte della stessa azienda.
Pertanto non tutti i dipendenti devono avere accesso alla cassetta, ma solo chi viene autorizzato da parte del proprietario dell'azienda.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *