3 Lavori Per Il Futuro | LibertyCommerce skip to Main Content
3 lavori per il futuro

3 lavori per il futuro

Tre lavori che nel futuro avranno successo

In questo articolo invece di parlare delle caratteristiche del gestionale parliamo di tre attività economiche che un giovane (e non ) può farlo anche un 50ntenne  potrebbe intraprendere e che sicuramente nei prossimi 10 anni avranno una forte espansione.

Naturalmente per intraprendere queste attività avremo bisogno di un minimo di capitale da investire e di aggiornarsi sulle specifiche del progetto o attività che andremo a iniziare.

Bisogna considerare che spesso esistono corsi di aggiornamento di qualsiasi disciplina,  finanziate direttamente dalla regione in cui risiediamo.

Per trovare queste informazioni spesso basta fare un po di ricerche su internet o su YOUTUBE.

Meccanico di E-bike

Ebike

La prima attività che andiamo ad esaminare è il meccanico per biciclette elettriche o come si diceva negli anni passati il biciclettaio.

Oramai le città si stanno popolando di piste ciclabili ovunque per una mobilità piu’ sostenibile e percio’ le bicilette normali e specialmente le E-bike stanno aumentando in maniera proporzionale al costo della benzina.

Se andiamo a comprare una E-bike in un negozio blasonato pagando 2000 o 3000 euro sicuramente ci verrà fornita anche l’assistenza che riguarda il dopo acquisto e durante la garanzia.

Pero’ oramai il popolo di internet si è abituato  a comprare Online e a comprare ovunque.
Il risultato e che vediamo sfrecciare per le nostre città le E-bilke dalle forme piu’ assurde e delle marche piu’ variegate con ruote larghe come salvagenti o piccole e ripiegabili.

Pero’ cosa succede quando si rompono (anche per cose banali, tipo un connettore staccato o la catena che è uscita dal suo alloggio ?

Non sappiamo dove portare la nostra bicicletta ad aggiustare perche’ quelli che fanno manutenzione alle marche blasonate si rifiutano di mettere le mani su prodotti sconosciuti o della concorrenza.

A questo punto il cliente si trova in grande difficoltà perche’ specialmente nelle grandi città sono spariti i meccanici di biciclette (che ora si devono intendere anche un po’ di elettronica) e che riparano qualsiasi biciletta (magari arrangiando un pezzo che non è proprio il suo perche’ quel pezzo non si trova.

Per aprire questo genere di attività bisogna avere un po’ di conoscenze di meccanica e di elettronica (uno non deve essere un ingegnere, ma almeno sapere come si salda un connettore elettrico di un Ebike e aver eseguito qualche corso anche online su come si smonta e si rimonta una E-bike.

Si puo’ iniziare anche in un piccolo locale fornito delle principali attrezzature (saldatori, tester, set di chiavi , compressore ecc e cc)

Per questo tipo di attività si puo’ scegliere un regime forfettario (almeno per il primo anno) che ci permette di contenere le tasse almeno per il primo anno.

Rivenditore di scooter elettrici e E-bike

scooter elettrici

Una delle attività che in questi ultimi anni hanno avuto raddoppi di fatturato ogni anno sono i rivenditori di E-bike e di scooter elettrici.

Basta guardare i bilanci di alcune attività che fanno questo lavoro nelle vostre città per vedere aumenti di fatturato che fanno impallidire le altre attività economiche.

Questi incrementi di fatturato sono avvenuti in questo periodo di pandemia e di perdita di parecchi posti di lavoro.

Se fossimo stati in un normale periodo economico questi aumenti di fatturato sarebbero stati anche piu’ alti.

Le persone a causa del continuo aumento dei carburante e grazie agli incentivi statali è sempre piu’ propensa all’acquisto di questo tipo di veicoli a impatto 0 e che ricaricano come un cellulare.

Naturalmente per intraprendere questa attività bisogna avere una buona disponibilità economica perche’ servono soldi sia per l’acquisto dei mezzi che per il loro stoccaggio e rivendita.

Per la vendita bisogna trovare un luogo ben posizionato. Puo’ essere davanti a una scuola o in una zona centrale dove le persone passano per andare al lavoro.

In certi casi si puo’ anche optare per una sede principale in una zona di minore pregio ma meno costosa per gli affitti e un piccolo spazio dove esporre i propri mezzi ma in zona centrale o di grande frequentazione e di alto prestigio.

Naturalmente chi avvierà questa attività deve avere anche dei tecnici (meccanici) per la manutenzione e la messa in strada dei mezzi e una persona esperta nelle pratiche di immatricolazione di un mezzo.

Queste due professionalità possono anche essere esterne alla nostra attività e possono costituire delle collaborazioni con altre attività lavorative con cui si formerà una simbiosi e un mutuo scambio di vantaggi lavorativi.

Pensate che oramai questi scooter ve li vendono anche direttamente dalla CINA e ve li recapitano a casa. Peccato pero’ che poi il cliente si trovi a non sapere come immatricolarlo o come metterlo su strada.

Percio’ non indugiate !

Se avete un piccolo capitale da investire questa è l’attività giusta adesso !

Carrozzeria per auto elettriche

auto elettrica

Chi avesse esperienza di carrozzeria (perche’ ci ha lavorato o perche’ ne ha posseduta una) si potrebbe specializzare in questa attività indirizzata alle auto elettriche.

In questi ultimi 2 anni, grazie agli incentivi statali la maggior parte delle auto vendute sono elettriche o ibride, nonostante questo tipo di mezzi non sia alla portata di tutti. (si parla di minimo 25/30.000 euro per un auto utilitaria)

Ma che differenza c’e’ tra una carrozzeria tradizionale e una carrozzeria che accetta anche auto elettriche.

La carrozzeria che accetta auto elettriche deve avere del personale formato ed attrezzatura specifica per non far succedere incendi o far restare fulminato il personale durante le operazioni di smontaggio e riparazione del veicolo.

Le auto elettriche a differenza di quelle a benzina o gasolio hanno delle batterie cosi’ potenti che il personale se non istruito adeguatamente e dotato di specifiche attrezzature isolanti potrebbe morire fulminato da dispersioni dalle batterie che magari si sono danneggiate durante un incidente.

Le batterie delle auto elettriche funzionano a corrente continua e ad alto amperaggio.

Pensate che le batterie delle auto normalmente vanno a 400 Volt DC (a corrente continua) e possono fornire un amperaggio di 15 Ampere .

Molte case automobilistiche per ragioni tecniche pensano di aumentare il voltaggio da 400V a 800V e questo le rende sempre piu’ pericolose per un carrozziere “FAI DA TE”

Magari se non siete esperti di questo settore questi dati potranno dirvi poco ma vi assicuro che questi voltaggi e amperaggi bastano e avanzano per fulminare e incenerire diversi uomini e carrozzeria se non si agisce nel modo giusto.

Infatti le carrozzerie che trattano le auto elettriche devono avere un ambiente dove si possa verificare che l’auto danneggiata non abbia dispersioni elettriche e che nel caso di incendio sia attrezzata per domarlo velocemente.

Gli incendi elettrici sono particolarmente insidiosi e non si puo’ usare acqua per spegnerli ma schiuma apposita e prodotti e tecniche specifiche.

Questo dato è stata mia cura specificarlo non per spaventare un eventuale imprenditore ma per far capire che questo settore non sarà alla portata (tecnica) di tutti.

Con la diffusione delle auto elettriche anche per un banale tamponamento il proprietario dell’auto potrebbe non trovare carrozzerie che possa trattare in sicurezza il loro tipo di auto e ripararla.

Per il momento solo TESLA e poche altre marche hanno carrozzerie abilitate e non in tutte le città.

Questo potrebbe essere il vostro momento e sicuramente il lavoro aumenterà sempre.

Percio’ non aspettate troppo perche’ se siete i primi sarete sempre in vantaggio !

Da oltre 30 anni mi occupo di informatica. La mia è sempre stata una passione che mi ha portato ad accettare ogni nuova sfida, come una nuova vetta da conquistare.

Back To Top