https://www.libertycommerce.it/blog/2018/05/gdpr-biglietto-da-visita-cosa-fare/
Vai al contenuto

GDPR – Biglietto da visita cosa fare !

Il GDPR sta per entrare in vigore ed al momento sussistono ancora alcune incertezze interpretative sul regolamento.
Le aziende od i professionisti che vorrebbero rispettare le regole introdotte dal GDPR, di fatto non sanno come affrontare alcune situazioni che sono all’ordine del giorno nella prassi commerciale.

Biglietto da visita

Vediamo di analizzare a seguito un caso pratico, ossia quello del biglietto da visita.

Il biglietto da visita è uno strumento che viene utilizzato frequentemente da aziende o professionisti.
Appare evidente che il biglietto da visita contenga dati dei personali e fiscali riferibili all’azienda od al professionista.

Infatti, il numero di telefono, l’indirizzo o l’email di un’azienda o di un professionista,che sono state inseriti un biglietto da visita, sono informazioni che devono però considerarsi dati personali a tutti gli effetti .

COME COMPORTARSI
Il soggetto che entra in possesso di un biglietto da visita ed utilizza dati, come la email od il numero di telefono, per mettersi in contatto con l’azienda o il professionista, non commette alcuna violazione della disciplina sulla “privacy”.

In questo contesto l’utilizzo di un’email o di un numero di telefono per mettersi in contatto con l’azienda non si deve ritenere un’attività di trattamento dei dati.

Nel caso in cui l’azienda decidesse di inserire l'indirizzo di posta elettronica acquisito dal biglietto da visita, in una mailing list per inviare comunicazione commerciale, commetterebbe invece una violazione della normativa sul trattamento dei dati.

Infatti, l’attività promozionale o la cessione a terzi delle informazioni ricavate dal biglietto deve essere valutata come trattamento dei dati e di conseguenza  è necessario quindi prima richiedere il consenso all'interessato .

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Pubblicato Categorie GDPRTag ,
Avv. Manon Laganà

A proposito di Avv. Manon Laganà

Dottoranda di ricerca in Diritto Commerciale Internazionale e Comunitario presso l'Università di Valencia, Spagna. Settore di ricerca: e-commerce e Diritto Commerciale Internazionale. Master in Diritto Internazionale e Comunitario presso l'Università di Valencia. Dopo aver superato l'esame di abilitazione all'esercizio della professione forense presso la Corte di Appello di Firenze è iscritta all'Albo degli Avvocati istituito presso l'Ordine degli Avvocati di Lucca.

2 thoughts on “GDPR – Biglietto da visita cosa fare !

  1. Giulia

    Grazie per l'articolo molto esauriente ho un solo dubbio:
    l'inserimento di una mail in una mailing list interna all'azienda con un contenuto esplicativo di servizi della stessa, che però viene inviata attraverso un software di terzi on-line, è considerata cessione di dati?

    Rispondi
    1. Luca FrangioniLuca Frangioni

      Se usa un provider esterno tipo mailup deve nominarlo responsabile esterno dei dati (in questo caso le email dei clienti).
      Bisogna che lo aggiunga anche nella sua privacy/policy .

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *