Vai al contenuto

Ricevute Bancarie – come gestirle su LibertyCommerce

https://www.libertycommerce.it/blog/2015/05/libertycommerce-e-la-gestione-delle-ricevute-bancarie/

fac-simile-ricevuta-bancariaLa ricevuta bancaria (abbreviata con RI.BA. oppure Riba) è uno strumento finanziario, usato dalle aziende per la gestione dei pagamenti differiti nel tempo. Grazie ad alcune pezze giustificative, il debitore riconosce al suo creditore la somma di denaro in acconto e/o a saldo  di una determinata fattura; somma che potrà essere riscossa direttamente dalla banca secondo le istruzioni impartite dal cliente.

Da molto tempo ormai le ricevute bancarie sono entrate nella consuetudine degli scambi commerciali di tutto il mondo: una volta la loro emissione era solo "cartacea", ovvero, al pari di una cambiale, veniva compilata, in tutte le sue parti, una cedola prestampata riportando i dati del creditore, i dati del debitore, l'importo in cifre e lettere, gli estremi della banca creditrice e di quella debitrice ed eventuali estremi del documento fiscale di riferimento; il titolo veniva poi consegnato agli sportelli della propria banca perché seguisse l'iter previsto per il suo incasso.banca_ricevuta_bancaria_modulo_continuo I tempi di lavorazione erano necessariamente lunghi e anche i costi bancari potevano essere piuttosto onerosi soprattutto quando la riscossione non andava a buon fine e l'iter burocratico si complicava. Con l'avvento dell'informatica, alcuni software gestionali prevedevano la stampa dei dati  - estrapolati dal contenuto del documento fiscale -  sulle ricevute bancarie a modulo continuo facendo così risparmiare tanto tempo prezioso all'impiegato. L'Home Banking e la connessione a internet hanno poi definitivamente rivoluzionato questo tipo di operazioni regalando autonomia, rapidità nella presentazione dei titoli di credito e risparmio sui costi bancari.

Il software gestionale LibertyCommerce 11 doveva ovviamente essere all'altezza dei migliori prodotti del settore ed ha introdotto, quindi, l'interfaccia che consente la generazione del file da presentare alla banca. Funziona così:

In fase di emissione di una fattura immediata o differita si inseriscono, come già abbiamo visto in passato, tutti i dati necessari a completare il documento. Presupponendo che nel database siano già presenti le informazioni relative alla banca del cliente e la modalità di pagamento usuale, il sistema le propone in automatico. Tuttavia, modifiche o inserimenti dell'ultimo momento, come sappiamo, sono sempre possibili.Ricevute Bancarie

Occorre precisare, inoltre, che le tabelle di sistema devono essere state organizzate in maniera accurata; in particolar modo quelle relative al  tipo di pagamento devono contemplare anche il pagamento con ricevuta bancaria che prevede l'inserimento di una o più rate (ad importo costante o variabile) secondo le scadenze previste da quel tipo di pagamento. Così, il nome che identifica per esempio la "Riba 30/60 gg fine mese" ha impostate due rate di uguale importo alla fine dei mesi successivi l'emissione della fattura.

Ricevute Bancarie

Dalla finestra del menù principale, sessione Scadenzario, si accede all'applicazione che gestisce tutta la parte delle scadenze attive e passive, dello scaduto e dei relativi solleciti e delle RI.BA. Un pulsante omonimo, apre una sotto sessione che mostra, sul lato sinistro dello schermo le ricevute da emettere; su quello destro, quelle emesse. Il pulsante "Genera Riba" serve a generare il file che potrà essere allegato all'email indirizzata alla banca o trascritto su supporto per la consegna a sportello.

Ricevute Bancarie

Ricordo ancora che il menù "Configura"  serve a specificare alcuni parametri che saranno inseriti dal sistema nel file destinato alla banca e aggiungono informazioni utili alla gestione dell'incasso: il codice SIA è univoco per ogni correntista e viene assegnato dalla banca stessa; la comunicazione dell'esito e la stampa dell'avviso sono discrezionali ed effettuati solo su richiesta del cliente.

Ricevute Bancarie

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *