https://www.libertycommerce.it/blog/2018/08/fatturazione-elettronica-tra-privati-video/
Vai al contenuto

Fatturazione elettronica tra privati (video)

Fatturazione elettronica. Cos'e' e come procedere.

Molti clienti e rivenditori ci chiamano chiedendo spiegazioni sulla fatturazione elettronica tra privati che è entrata in funzione per alcune categorie dal 1 Luglio 2018 e che sarà operativa per tutti il 1 Gennaio 2019.
(Clicca sull'immagine per visualizzare il video)Fattura elettronica tra privati

La fatturazione elettronica stravolge il modo di lavorare delle aziende perche' quando si fa una fattura invece di stampare un foglio di carta alla fine del processo, si genera un file in formato XML che poi viene inviato al cliente attraverso diverse procedure dopo aver inserito il suo CODICE DESTINATARIO oppure la sua PEC. Senza uno di questi 2 dati la fattura elettronica NON SI PUO' SPEDIRE.

Come otteniamo il CODICE DESTINATARIO ?
Il codice destinatario lo otteniamo se ci associamo un servizio come quello di FPASEMPLICE TRUST . Il codice destinatario viene assegnato solo a grandi distributori che poi si prendono l'impegno di ridistribuire le fatture che gli arrivano alle aziende loro associate. Il codice a noi assegnato è TRTSWMZ

Come spediamo le fatture una volta generate dal programma.

1. Se non abbiamo abbonamenti a servizi dedicati alla spedizione e ricezione le fatture possono essere spedite con la PEC all'indirizzo sdi01@pec.fatturapa.it. ma prima vanno fimate con la firma digitale . Una volta spedite a questo indirizzo dello SDI (Sistema di Interscambio) questa fattura viene contrata (se formalmente corretta in tutti i suoi campi) e se valida viene inviata alla pec contenuta nella fattura o al codice destinatario che abbiamo inserito.
2. Se invece abbiamo un servizio come quello d FPASEMPLICE una volta generata la fattura dentro LIbertyCommerce cliccheremo sul pulsante INVIA FATTURA e la fattura verrà automaticamente inviata alla SDI e consegnata al destinatario. In questo caso NON E' NECESSARIA NESSUNA FIRMA DIGITALE perche' TRUST firmerà per noi i remoto la fattura prima di spedirla allo SDI.

Nel caso 1 la fattura una volta inviata va conservata a norma attraverso qualche servizio online, oppure si può aderire ad un accordo sul sito della PA che da l'onere della conservazione alla PA ma la responsabilità a voi. In sostanza se vi dovessero chiedere copia di qualche fattura inviata ma sul sito della PA non si trova siete comunque voi i responsabili. (sconsigliato)

Nel caso 2 la fattura una volta firmata digitalmente e inviata alla PA verrà anche conservata a norma negli archivi di TRUST e nel caso di verifica fiscale potrete chiedere a TRUST tramite una procedura di fa avere all'ente che fa il controllo il pacchetto con le fatture conservate.

L'onere della conservazione va espletato anche per quelle che riceviamo (fatture ricevute). Essendo documenti elettronici e non piu' fogli di carta anche queste vanno conservate a norma e esibite alle autorità competenti nel caso lo richiedano.

LibertyCommerce ti permette la creazione di fatture XML da salvare nel computer e da firmare digitalmente come nel caso 1, mentre nel caso 2 offre anche un servizio di consegna automatica, firma remota e conservazione attraverso il servizio di TRUST.
Questo servizio vi permetterà anche ricevere le fatture dei vostri fornitori direttamente nel vostro gestionale e di caricarle direttamente in magazzino attraverso una serie di procedure guidate.

Con LibertyCommerce per fare le fatture elettroniche dovremo configurare diversi campi che sono riuniti nella sezione configurazione fattura elettronica. Inoltre per spedire una fattura a un cliente dovremo avere oltre la PI e IL CF anche il codice ufficio destinatario o in alternativa la PEC.
Se si tratta di un privato ci basterà il codice fiscale che mettiamo nella fattura.
Quando inviamo la fattura alla PA tramite lo SDI e poi viene depositata nel cassetto fiscale del privato.
Per accedere al cassetto fiscale il privato dovrà essere registrato e avere accesso al sito della PA.
Per fare questo consigliamo di usare il servizio SPID o una firma elettronica certificata.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *