skip to Main Content
+39 010591926 / 0104074703 info@libertycommerce.it

Le fatture con il sistema FPASemplice subiscono un primo controllo di conformità prima di essere inviate

Illustriamo qui in tre punti come si comporta.

1. Se cerchiamo di inviare una fattura formalmente non corretta (esempio manca il vettore o il codice ufficio) il sistema FPASemplice impedisce l’invio dando indicazione del problema, in modo da poterlo correggere.

2. Superato questo punto la fattura viene inviata sul server FPASemplice ed entro 10 minuti viene inviata al sistema di interscambio S.D.I. che farà un ulteriore controllo e potrà scartarla ad esempio perche’ il codice ufficio è sbagliato.
In questo caso la fattura (sul sistema FPASemplice) viene messa tra quelle scartate rifiutate e presenterà una notifica di scarto (NS). Il credito addebitato viene reintegrato e si puo’ re inviare la fattura dopo averla corretta.

3. Se viene accetta dal sistema di intercambio ma viene rifiutata dall’ufficio della P.A. (notifica di rifiuto EC02), magari perche’ abbiamo sbagliato l’importo o una dicitura della fornitura, sono possibili due strade alternative:

· Conservare la fattura rifiutata tra le fatture corrette, emettere una nota credito ed emetter una nuova fattura con le correzioni richieste

· Se l’ente PA destinatario non volesse ricevere una nota di credito, conservare la fattura tra le fatture errate, correggere la fattura e rinviarla con stesso numero e data.

In questi due casi il credito non viene reintegrato e per ciascuna fattura / nota credito emessa viene addebitato un credito.

4. In tutti gli altri casi, la fattura sarà messa tra le fatture accettate e conservata tra le fatture corrette. Tali casi corrispondono ai casi in cui per la fattura è stata ricevuta una delle seguenti notifiche:

· Notifica di accettazione EC01

· Notifica di decorrenza termini (DT)

· Attestazione di avvenuta trasmissione con impossibilità di recapito (AT)

Nell’ultimo caso (notifica di “Attestazione di avvenuta trasmissione con impossibilità di recapito (AT)”), L’ Operatore economico (leggi Cliente) deve inviare telematicamente la fattura all’ amministrazione destinataria, utilizzando canali (es. mail, PEC) a lui noti senza ulteriori passaggi attraverso il Sd

Back To Top