Vai al contenuto

Dal 23 Gennaio 2015 con il con un decreto (dall’art. 2, D.M. 23 gennaio 2015), i soggetti passivi IVA che pongono in essere operazioni rientranti nell’ambito di applicazione dello split payment devono emettere la fattura in applicazione dell’art. 21, D.P.R. n. 633/1972, avendo, però, cura di riportare l’annotazione “scissione dei pagamenti”.

I fornitori delle Pubbliche Amministrazioni che effettuano cessioni di beni e/o prestazioni di servizi rientranti nell’ambito di applicazione del meccanismo dello split payment, pur dovendo esporre l’IVA in fattura, non sono tenuti al suo versamento né al computo dell’imposta medesima nella liquidazione periodica. Sono queste le fasi principali del comportamento che i fornitori delle PA devono adottare in tutti i casi in cui effettuano operazioni soggette al meccanismo della scissione dei pagamenti, introdotto dalla legge di Stabilità 2015.

split_payment

...continua a leggere "Pagamenti Split Payment su LibertyCommerce11"

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Con l'aggiornamento di stamattina di LibertyCommerce 11 sono stati aggiunti alcuni accorgimenti per l'iva split payment.

iva_split_payment

Dopo aver installato la nuova versione, al riavvio del software verranno create, infatti, nuove aliquote iva chiamate Iva Split Payment che saranno usate quando si emette una fattura elettronica verso la P.A.

E' stata aggiunta anche una dicitura "Iva da versare a cura del cessionario o
committente ai sensi dell’art. 17 – ter del D.P.R. nr.
633/1972:" all'interno della fattura.

Modifiche all'XML non ne sono state fatte perché non c'erano specifiche particolari da seguire.

Questa regola non vale per le fatture fatte dai liberi professionisti come Commercialisti o avvocati.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Alcuni clienti in questi giorni ci hanno chiamato per chiedere informazioni sulll'uso dello split payment su LibertyCommerce 11.

euroQuesta norma entrata in vigore dal 1 di gennaio è stata emanata della legge di Stabilità, con l’introduzione dell’articolo 17-ter al D.P.R. n.633/1972, è entrato in vigore il c.d. split payment, particolare meccanismo che prevede, per le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti della P.A., che l'imposta (IVA) sia versata SEMPRE dagli Enti stessi secondo modalità e termini fissati con decreto del Ministro dell'Economia.

Questo vuol dire che quando voi fate una fattura alla P.A. oltre a non pagare subito l'IVA quest'ultima verrà direttamente versata direttamente all'erario dalla P.A.

Dato che pero' è stato un provvediamento frettoloso e con nessuna specifica precisa (specialmente per la fattura elettronica) abbiamo atteso che si chiarissero un po le cose prima di fare delle modifiche al software.

Oramai siamo quasi a fine mese, e ancora navighiamo a vista.

Dato che NON ESISTONO SPECIFICHE PRECISE DI TRACCIATO PER LA FATTURA ELETTRONICA, l'unica cosa che possiamo fare è introdurre un'aliquota specifica per la fatturazione alla P.A. in modo da distinguerla da quella normale e poi introdurre nel corpo della fattura le diciture di legge. Altro non possiamo fare.

Entro pochi giorni percio' usciremo con un aggiornamento che faciliterà al massimo questa operazione, anche se effettivamente potreste già ora emettere fatture verso la P.A. senza nessun problema.

IN OGNI CASO NON DOVRETE MAI PAGARE L'IVA DELLE FATTURE VERSO LA P.A. PERCHE' POI NON VI VERRA' MAI VERSATA INDIETRO.

N.B. I liberi professionisti sono esclusi.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul vostro dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma avete il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuterete ad offrirvi un’esperienza migliore. Cookie policy