Vai al contenuto

LibertyLab – Configurazioni di base

https://www.libertycommerce.it/blog/knowledgebase/libertylab-configurazioni-base/

Nel nuovo software LibertyCommerce  è stata integrata, a pieno regime e con grande successo, un'applicazione che completa il programma di base estendendo l'interesse dell'utenza anche ai laboratori di riparazione e centri assistenza di qualsivoglia settore commerciale: LibertyLab.

LLab_menu

Con interfacce user-friendly e schede di lavorazione semplici e intuitive, LibertyLab è proprio la soluzione giusta per chi vuole conciliare un sistema di gestione delle riparazioni a domicilio e/o in sede con la consueta gestione amministrativa e contabile aziendale.

I vantaggi, come si intuisce, sono innumerevoli: un unico archivio clienti / fornitori, un unico magazzino (anche se poi dal punto di vista pratico è possibile dividerlo in più centri di costo o separare il magazzino principale da quello dei pezzi di ricambio) un' unica piattaforma contabile per l'emissione di fatture e ddt. Tuttavia, la sessione dedicata consente l'inserimento e la gestione in corso d'opera di tutte le riparazioni prese in consegna all'interno del laboratorio ma anche in chiamata esterna, mantenendo traccia di tutti i passaggi di lavorazione e dei costi sostenuti per arrivare al risultato finale.

Vediamo dunque in maniera pratica come avviare per la prima volta questa nuova piattaforma e quali sono le configurazioni di base da gestire. Il primo passo da effettuare è quello di aprire la maschera di configurazione di LibertyLab attraverso la voce disponibile (l'ultima in fondo)  nel menù a tendina "Configurazioni" che trovate nella maschera principale del programma LibertyCommerce.

LLab_configura

A seconda delle politiche aziendali intraprese, la scheda sarà compilata con le preferenze che fanno al caso proprio ed inserendo le tariffe stabilite: questi valori saranno utilizzati in automatico dal sistema nella sessione di gestione degli interventi per il calcolo di quanto dovuto dal cliente. Le date previsionali, se pur approssimative, stamperanno nel riepilogo il termine di riconsegna del bene.

A questo punto si può avviare LibertyLab, cliccando sul pulsante omonimo nella maschera principale di LibertyCommerce, in modo da aggiornare il menù a pulsanti con le voci inerenti alla sessione riparazioni.LLab_pulsanti

Tra questi pulsanti si distingue quello chiamato "operatori" che serve in maniera specifica per inserire tutti i nomi dei tecnici che operano sia in esterno che in laboratorio: qui si assegnano i costi orari individuali di ciascun professionista e i "nickname" (o codice identificativo per il riconoscimento al pubblico senza dover lasciare proprio nome e cognome). La lista dei nomi qui inseriti saranno presenti nella tendina di scelta delle schede di riparazione dove si indica il tipo di intervento effettuato e per opera di chi.

Un'altra impostazione che ci sentiamo in dovere di segnalare riguarda il magazzino, nel caso in cui si voglia gestire separatamente il centro di costo "ricambi per riparazioni" dal magazzino principale. Anche in questo caso la scelta è molto soggettiva e dipende da come è avviata la propria azienda (se l'attività è esclusivamente di riparazione oppure mista fra vendita e riparazione, per esempio). Nel menù a tendina "tabelle" si trova la voce "sedi magazzino" che va implementata con una nuova voce - ad esempio: "magazzino riparazioni".

Inoltre, ricordiamo di controllare sempre e comunque che all'interno della scheda cliente siano inseriti correttamente indirizzo, numero di telefono e indirizzo email perché queste informazioni saranno utilizzate non solo per stampare la scheda di lavorazione ma anche per inviare con il servizio "centro messaggi" le comunicazioni al cliente riguardanti lo stato di avanzamento lavori (per l'utilizzo di quest'ultima funzione e delle altre non menzionate come "archiviazione ottica" e "gestione backup" vi rimandiamo ai post relativi)

LLab_mascheraprinc

Terminiamo con una brevissima panoramica sulla maschera principale di "Interventi e riparazioni" che si mostra con la consueta interfaccia nella quale i pulsanti allineati in alto interagiscono con la riga evidenziata in blu fra le tante proposte nel riquadro centrale. Le operazioni sono sempre di inserimento, modifica, cancellazione, stampa, duplicazione o fatturazione. Le griglie e le colonne sono configurabili a piacimento così come l'intervallo di tempo da prendere in considerazione. Le  "targhette" "Interventi esterne" e "Riparazioni interne" separano le  due tipologie di servizio, la cui gestione è meglio descritta nella sezione apposita.