Vai al contenuto

Cominciando con le scadenze fiscali di fine anno 2017 ricordiamo la proroga fino al 31 ottobre 2017, prevista per la presentazione del 770/2017 e delle Certificazioni Uniche 2017; entro il 30 Novembre 2017 inoltre, è previsto il secondo pagamento dell’acconto di imposte e contributi Inps, Irap, Irpef ecc. insieme all’invio delle comunicazioni inerenti alle liquidazioni Iva trimestrali. A dicembre invece l’appuntamento è con IMU, TASI e acconto Iva 2017.

fisco 2018

...continua a leggere "Le principali novità fiscali che ci aspettano per fine anno e inizio 2018"

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

L'IVA - imposta sul valore aggiunto - è una tassazione che si applica, come da denominazione, al valore aggiunto che si crea nelle fasi di produzione e cessione di beni e servizi.

Iva In europa
L'aliquota è la percentuale (definita per legge) del valore imponibile di un bene, attraverso la quale si calcola l'ammontare dell'IVA dovuta. Per esempio: se un bene costa €100 e l'aliquota IVA è al 20%, l'imposta dovuta sarà di €20, per cui il bene costerà €120.
In Italia l'IVA è disciplinata dal D.P.R. n. 633 del 1972 e l'aliquota IVA, attualmente, è al 22%.

...continua a leggere "Aliquote IVA Nell’unione Europea"

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Tutte le scadenze principali nel 2017 per un'azienda che opera nel mercato Italiano.

Il 2017 sarà un anno piuttosto complicato per le aziende, che come ogni anno, dovranno provvedere a rispettare alcune scadenze che sono fondamentali per la propria esistenza. La prima scadenza importante arriverà nel mese di Febbraio, dove dovrà essere presentata la dichiarazione Iva annuale relativa all'anno 2016.Scadenze 2017

Per la prima volta questa dichiarazione dovrà essere separata dalla dichiarazione dei redditi modello unico. ...continua a leggere "Tutte le scadenze principali nel 2017 per un’azienda"

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

L'accertamento fiscale rappresenta il procedimento attraverso il quale l’Agenzia delle Entrate può determinare in maniera precisa l’imponibile e, di conseguenza, l’imposta che il contribuente è chiamato a versare. Disciplinato dal D.P.R. 600, risalente al 1973, può sfociare infine nella ricezione di un avviso di verifica fiscale.

Business Man

Ove ciò avvenga, il destinatario dell'avviso può senz'altro decidere di tutelare i suoi diritti che sono oggetto in particolare dall'articolo 12 del cosiddetto Statuto del Contribuente. ...continua a leggere "Se si riceve un accertamento fiscale .. cosa fare"

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Professionisti soggetti a ritenuta d'acconto esclusi dallo split payment
professionisti

Cos'è lo Split Payment:
lo split payment, in altri termini la scissione dei pagamenti, con la legge del 23 dicembre 2014, modifica il precedente decreto del 1972 ed introduce un nuovo meccanismo di divisione dei pagamenti, secondo cui per le cessioni dei beni o per ogni prestazione di servizi offerta allo Stato, agli organi dello Stato, agli enti pubblici o più in generale a tutte le Pubbliche Amministrazioni, l'imposta, sotto forma di IVA, viene versata direttamente dai committenti, secondo modalità differenti a seconda che i soggetti stessi siano o meno passivi di IVA.
Una vera e propria rivoluzione nel pagamento dell'IVA.
Lo Split Payment è stato introdotto con la legge di stabilità del 2015 e viene applicata a tutte quelle prestazioni di servizi che sono state fatturate dal 1° gennaio 2015 in poi.
...continua a leggere "Professionisti soggetti a ritenuta d’acconto ESCLUSI dallo split payment"

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Quando si parla di risparmio energetico, si sa, le buone notizie sono sempre le benvenute.

Risparmio EnergeticoE il 2016, da questo punto di vista, potrà iniziare al meglio per quanti hanno intenzione di ristrutturare la propria abitazione in modo da renderla energeticamente più consona alle moderne richieste di risparmio ed impatto ambientale.
Il Senato ha infatti dato il via libera alle novità e alle conferme fiscali previste dalla nuova legge di Stabilità che, per il 2016, aspetta solo l'ufficializzazione tramite pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. ...continua a leggere "Guida alle detrazioni per il risparmio energetico -65%"

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Super AmmortamentoTra le molte novità previste dalla Legge di Stabilità 2016 trova spazio anche il super ammortamento, un provvedimento che sta suscitando tanto interesse e che farà felice imprese e professionisti che, nel prossimo futuro, hanno intenzione di acquistare beni strumentali: macchinari o altri prodotti utili all'esercizio delle attività.

A differenza di altri incentivi per gli investimenti, riservati solo alle imprese, la maggiorazione delle quote di ammortamento stavolta riguarda anche gli acquisti di beni effettuati dagli esercenti di arti e professioni. Il provvedimento permette in pratica di ammortizzare negli anni tali beni ad un valore superiore del 40% rispetto a quello di acquisto. Si tratta sostanzialmente di una specie di bonus fiscale, con il chiaro intento di sostenere i consumi nell'ultimo triennio del 2015 e in tutto il 2016. Il nuovo bonus potrà dunque essere utilizzato anche per acquistare dei beni utili all'attività di un professionista, dal computer all'arredamento degli uffici e così via. ...continua a leggere "Super ammortamento : cosa è, come funziona"

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Sta ormai per diventare realtà l'ipotesi dell'inserimento del canone Rai nella bolletta elettrica. Il voto favorevole del Senato alla fiducia richiesta dal governo sulla Legge di Stabilità, è infatti servito a recepire il cosiddetto maxiemendamento contenente la spalmatura del canone in dieci rate mensili.

CANONE RAI IN BOLLETTA
CANONE RAI IN BOLLETTA

Ora la definitiva approvazione del provvedimento prevede un iter ben preciso, la cui prossima tappa sarà la stesura di un decreto da parte del Ministero dello sviluppo economico. Entro un termine di 45 giorni il dicastero guidato da Federica Guidi dovrà emanare il decreto in cui saranno precisati modalità e termini entro i quali instradare il tutto, dopo aver provveduto a muoversi in concerto con MEF (Ministero dell'Economia e delle Finanze), e l'Aeeg (l'autorithy che regola il mercato dell'energia elettrica, del gas e dell'acqua).

...continua a leggere "Canone rai in bolletta"

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather