Vai al contenuto

Super ammortamento – come ottenerlo

https://www.libertycommerce.it/blog/2016/02/super-ammortamento-come-ottenerlo/

Il super ammortamento 2016: cos'è?

La Legge di Stabilità 2016 ha previsto, tra le varie misure, l'istituzione di un super ammortamento che, secondo quanto previsto dal Governo, potrebbe essere una rampa di lancio, o meglio di rilancio, per gli investimenti e per l'occupazione.

Ma di che si tratta? Si tratta di una manovra che permetterà, alle aziende che effettuano investimenti in beni strumentali fondamentali o necessari per lo sviluppo ed il corretto funzionamento della propria attività, di ammortizzare tale bene nella misura del 140% contro il classico ammortamento del 100%. Dal punto di vista pratico, il super ammortamento si può tradurre così: se un determinato bene acquistato da un'azienda ha un valore pari a 100, l'azienda potrà dedurre, ai fini dell'ammortamento fiscale, un valore di 140.Super Ammortamento

Per poter usufruire del super ammortamento è necessario avere ben chiaro quali siano i beni soggetti all'agevolazione e quali quelli che non rientrano nei canoni definiti dalla legge.

Sono beni che possono usufruire del super ammortamento tutti i beni strumentali nuovi o mai usati, ossia acquistati non direttamente dal produttore ma da un terzo che, tuttavia, non abbia mai fatto uso di tale bene. Rientrano inoltre nell'agevolazione anche le autovetture, gli autocarri e ciclomotori, anche se questi mezzo sono soggetti a limitazioni come previsto dall'articolo 164 Tuir.

Sono invece beni che non possono essere soggetti al super ammortamento i beni usati, le costruzioni e i fabbricati e, tra i mezzi di trasporto privato, gli aerei. Inoltre non possono fare uso dell'agevolazione tutti i beni che prevedono un coefficiente di ammortamento inferiore al 6.5%.

Alcuni chiarimenti sul super ammortamento 2016
L'idea del super ammortamento non è completamente originale, ma si rifà alla legge Macron, una legge francese che prevedeva, per determinati beni, l'incremento dell'ammortamento del 40%. Molto importanti, tuttavia, gli aspetti originali del super ammortamento, in particolare quelli inerenti al periodo di riferimento. L'agevolazione fiscale, infatti, può essere applicata anche a tutti i beni acquistati, o più precisamente consegnati a destinazione a partire dal 15 ottobre 2015 (e fino al 31 dicembre 2016).

Questo significa che anche un bene acquistato il 10 ottobre 2015, ma consegnato dopo il 15 ottobre 2015, rientra nella nuova normativa. Tale scelta è stata effettuata per poter garantire, alle aziende che ne avessero necessità, di anticipare i propri investimenti senza dover aspettare il nuovo anno.
Tuttavia, per evitare acquisti falsati, la legge di stabilità prevedere che la vendita degli strumenti per i quali è previsto il super ammortamento non possa avvenire prima della fine del periodo di ammortamento stesso. In caso contrario andranno restituite all'Agenzia delle Entrate le quote relative al super ammortamento.

Quando si parla di aziende e dei loro investimenti, si intendono tutte quelle realtà lavorative che investono in strumentazioni fondamentali allo sviluppo dell'azienda stessa, ossia tutti i titolari di reddito d'impresa e di reddito da lavoro autonomo. Sono esclusi dalla possibilità di godere delle agevolazioni del super ammortamento le aziende che si avvalgono del regime forfetario.

Un esempio pratico di applicazione del super ammortamento: l'acquisto di un'auto
Specifichiamo subito che, visto che il super ammortamento si può applicare per strumenti nuovi o mai utilizzati, anche l'acquisto di un'auto a chilometri zero rientra nelle possibilità di agevolazione visto che, a rigore, si tratta di un bene mai usato.
Inoltre, va sottolineato che per l'acquisto di auto aziendali è previsto un trattamento differente a seconda che si tratti di auto integralmente strumentali o per uso promiscuo. Inoltre, anche le dimensioni e quindi il prezzo dell'auto incide sulla possibilità o meno di applicare in toto il super ammortamento.

Ad esempio, per un auto dal costo di 20mila euro, il titolare di impresa che può fare uso del super ammortamento, dovrà calcolare e aliquote di ammortamento non sul costo effettivo dei 20mila euro (corrispondente al 100%) ma su quello maggiorato del 40%, ossia su un valore di 28mila euro.

Partendo da questo valore, si dovrà considerare la quota di costo eccedente (pari, in questo caso, a 25.307 euro, ossia pari all'incremento del 40% rispetto al valore definito dalla legge precedente) ed effettuare il calcolo considerando il coefficiente di ammortamento che, per le auto aziendali, è pari al 20%. Il risultato finale è che la quota deducibile per questo tipo di spesa è pari a 1.417 euro all'anno.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *