Fatture Proforma

Le fatture proforma sono dei documenti simili alle fatture ma senza valore fiscale.
Vengono fatte per reclamare un credito senza dover anticipare le tasse, nel caso il cliente non ci paghi il dovuto.

Le fatture proforma si possono fare accedendo all'area documenti sezione ordini e preventivi. Il secondo TAB in alto a destra. Le fatture proforma si possono trasformare in fatture ordinarie .

Le fatture proforma generalmente sono usate dai professionisti e non delle società. La fattura proforma è un documento che non ha nessun valore fiscale (infatti, l’art. 21 del Decreto IVA non prevede nulla in merito a tale documento di spesa) e potrebbe essere considerato una sorta di anticipazione della fattura effettiva che verrà fatta successivamente.

La sua unica funzione è quella di far conoscere con precisione al cliente il costo dei servizi resi dal professionista, nonché quello di posticipare il momento di esigibilità dell’Iva nel momento del pagamento del corrispettivo da parte del cliente. Tali proforma devono riportare l’esplicita dizione che le stesse “non costituiscono fattura ai fini Iva”, tutto ciò allo scopo di non anticipare l’Iva all’erario.

Cosa bisogna assoluamente scrivere sulla fattura proforma
Dato che questo documento, anche se simile a una fattura, non si tratta di un documento fiscale bisgna riportare sul documento in modo esplicito una dicitura come questa: "Questo documento non costituisce fattura valida ai fini del DpR 633 26/10/1972 e successive modifiche. La fattura definitiva verrà emessa all’atto del pagamento del corrispettivo (articolo 6, comma 3, DpR 633/72)

Le fatture proforma possono esser usate solamente da avvocati, notai e commercialisti.

Se si ha una società o una ditta prima di usarle CONSULTARE IL PROPRIO COMMERCIALISTA