Gestione documenti Gestione abbigliamento sul software gestionale LibertyCommerce
Gestione documenti Gestione
abbigliamento
Gestione Magazzino Archiviazione ottica
Gestione magazzino Archiviazione
ottica
Gestione Clienti/Fornitori/Agenti Gestione Promozioni
Gestione
Clienti /Fornitori
Gestione
promozioni
Vendita al pubblico Gestione Fidelity Card
Vendita al pubblico Gestione fidelity
Gestione Noleggio Gestione articolo produzione artigianato, piccola industria
Gestione noleggio Articolo
produzione
Statistiche dettagliate delle varie funzioni di LibertyCommerce Gestione backup
Statistiche dettagliate Gestione backup
Gestione agenti Gestione etichette
Gestione Agenti Gestione
Etichette
Prima nota Comanda Facile
Primanota Comanda Facile
Gestione scadenzario attivo/passivo Gestione importazioni
Scadenzario attivo/passivo Gestione
importazioni
Gestione lotti StockInApp - La soluzione per portare in mobilità il magazzino della vostra azienda
Gestione
lotti
StockInApp
Gestione codici seriali App LibertyScan
Gestione seriali APP LibertyScan
Soluzione per sedi distaccate con un unico magazzino in terminal server Gestione ecommerce
Terminal Server Gestione
Ecommerce
  Centro messaggi
  Centro
messaggi

Vediamo qui in dettaglio come si configura la fatturazione elettronica su LibertyCommerce

LibertyCommerce stà adeguando la propria gestione documenti per poter emettere le fatture elettroniche. La Finanziaria 2008 ha stabilito che la fatturazione nei confronti delle pubbliche amministrazioni dello stato debba avvenire esclusivamente in forma elettronica con file formato XML.

Ma vediamo in dettaglio cosa è una fattura elettronica. Questo documento ai sensi dell'articolo 21, comma 1, del DPR 633/72 ed è la sola tipologia di fattura accettata dalle Pubbliche Amministrazioni che, secondo le disposizioni di legge, sono tenute ad avvalersi del Sistema di Interscambio.

La Fattura ELettronica ha le seguenti caratteristiche:

  • il contenuto è rappresentato, in un file XML (eXtensible Markup Language), secondo il formato della Fattura elettronica. Questo formato è l'unico accettato dal Sistema di Interscambio.
  • l'autenticità dell'origine e l' integrità del contenuto sono garantite tramite l' apposizione della firma elettronica qualificata di chi emette la fattura, la trasmissione è vincolata alla presenza del codice identificativo univoco dell'ufficio destinatario della fattura riportato nell' Indice delle Pubbliche Amministrazioni.

Per poter inviare questi documenti elettronici alla pubblica amministrazione va prima pero' firmato con una firma elettronica tramite smartcard emessa dalle camere di commercio.

Le principali cose da fare sono :

  1. Scaricare e installare LibertyCommerce
  2. Munirsi di un lettore di smartcard o di una chiavetta USB che ha la stessa funzione. Possiamo procurarci questi strumenti se non li possediamo anche attraverso il sito firmadigitale.com .
  3. Andare in configura fattura elettronica e inserire tutti i dati obbligatori.
  4. Per tutte le specifiche sulla fattura digitale consultare il PDF " SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DEL FORMATO DELLA FATTURA DEL SISTEMA DI INTERSCAMBIO "
  5. Dopo aver emesso la fattura elettronica cliccare con il pulsante destro sulla fattura e generare il file XML.
  6. Dopo aver generato il file XML prima di mandarlo con la PEC verificarlo tramite il sito dellla PA .
  7. Se il risultato è ok firmare il file con la firma digitale
  8. Una volta firmato con la smartcard inviare il file XML con la PEC all'indizizzo di posta sdi01@pec.fatturapa.it
  9. La fatture elettroniche devono essere conservate secondo le regole previste dalla normativa sulla conservazione sostitutiva, che prevede in sintesi:
  10. La conservazione e memorizzazione delle fatture elettroniche va fatta su supporti informatici idonei a garantire la leggibilità nel tempo dei documenti e delle relative “impronte” (firma e marca). Il supporto scelto non deve essere modificabile, i documenti devono essere memorizzati in maniera permanente e irreversibile.
    L’apposizione sull’insieme di documenti così conservati della firma digitale da parte del responsabile della conservazione, che attesta così lo svolgimento corretto del processo. Da ciò si evince che la firma digitale deve essere eseguita in due distinti momenti: in fase di emissione della fattura per garantirne l’autenticità e in fase di conservazione per garantire la correttezza della procedura.
    I dati così conservati devono poter essere consultati ed esibiti all’occorrenza.
    Per la conservazione in azienda cosultare le norme sulla conservazione sostitutiva.
    Liberty Line dal mese di Aprile in collaborazione con una azienda che si occupa di conservazione sostitutiva offrirà un servizio secondo le norme vigenti, permettendo l'archiviazione delle nuove fatture e anche delle fatture già emesse con LibertyCommerce.

NB: Per problematiche riscontrate dal rifiuto del sito della PA o dopo l'invio con la PEC dovrete inviarci il file XML perche' sia esaminato dai nostri tecnici e stipulare il servizio di assistenza LibertyOnCall base. Il file XML infatti puo' essere rifiutato per molteplici motivi, come ad esempio il codice EORI sbagliato o la descrizione di un prodotto con caratteri non consentiti e i messaggi della PA sono criptici da interpretare.

Elenco fatture PA

 


LibertyCommerce è un'applicazione standard e può essere rimossa completamente utilizzando l'apposita voce
"Rimuovi LibertyCommerce" nel menù start oppure rimuovendo l'applicazione dal pannello di controllo di Windows.