https://www.libertycommerce.it/blog/knowledgebase/iva-per-cassa/
Vai al contenuto

Iva per cassa

IVA per cassa

Finalmente disponibili le indicazioni per tutte le aziende che a partire dal primo gennaio 2013, vorranno avvalersi del regime Iva per cassa varato con il decreto sviluppo.

Un documento dell' Agenzia delle Entrate ha chiarito una volta per tutte le modalità di utilizzo di questo nuovo metodo di saldo dell’Iva da parte delle aziende, dei professionisti che non superino i 2 milioni di euro di fatturato all'anno.

Il sistema si basa sul modello fiscale del cash accounting: in pratica, lo slittamento dell’imposta giunge fino al momento esatto del pagamento dello stesso .
A questo nuovo regime, potranno aderire anche coloro che vendano beni o prestazioni all’interno dei confini dello Stato Italiano a una o più controparti, purché entrambi siano soggetti all’esigibilità dell’Imposta.

L’imposta rimane, comunque , sempre inevitabilmente da saldare, e detraibile, entro 12 mesi dalla realizzazione della prestazione richiesta.
Come si accede a questa nuova norma fiscale?
Bisogna comunicare al proprio commercialista che si vuole aderire a questa nuova disposizione e deve essere fatta all'inizio dell'anno fiscale.

Che si aderisce a questa nuova normativa va stampato sulle fatture con la dicitura "Operazione con Iva per cassa ai sensi dell’articolo 32-bis del decreto legge 22 giugno 2012, n. 83" scritta che puo' essere attivata nelle fatture a calce della stampa degli articoli su LibertyCommerce andando in configurazioni documenti / documenti emessi.

Abilitando questa opzione questa dicitura comparirà in ogni fattura emessa.
Aderire all’Iva per cassa, obbliga l'azienda a mantenerla per un minimo di tre anni.

Per ulteriori informazioni chiedere al proprio commercialista come aderire a questa nuova norma.

Testo integrale della normativa